Moschea di Et’hem bey

Una moschea eccezionale nel cuore della città. La moschea, la Torre dell’Orologio, il Museo Nazionale e il Teatro Nazionale di Opera e Balletto, tutti disposti intorno alla famosa piazza di Skanderbeg. La moschea è stata fondata alla fine del XVIII secolo da Mulla Bey, mentre il reliquiario è stato terminato da suo figlio Haxhi Et’hem Bey, nel primo quarto del secolo successivo.

La moschea è stata una delle poche ad essere risparmiata dalla devastazione durante la quale chiese, moschee, tekke, monasteri e altre istituzioni religiose vennero chiuse, smantellate o convertite in depositi, palestre o officine, alla fine del 1967. Il 18 gennaio del 1991, malgrado l’opposizione delle autorità comuniste, 10,000 persone entrarono sventolando la bandiera dell’Albania. Quest’evento segnò il principio della caduta del comunismo. Rappresenta inoltre la rinascita della libertà di culto nel paese. I visitatori potranno ammirare la magnifica architettura della moschea, le sue pareti finemente decorate e i soffitti affrescati secondo la tradizione orientale. Questi ultimi raffigurano alberi, cascate e ponti. Nell’arte islamica è molto raro trovare dipinti di natura morta. La moschea può essere visitata ogni giorno tra le varie funzioni religiose. Siete pregati di togliere le scarpe prima di entrare al suo interno.

La Moschea è chiusa per il restauro

leggere la notiza qui

TAGS: Ethem Bey Moschea a Tirana, Monumenti e siti culturali a Tirana, Cose da fare a

Centro di Tirana

Piazza Skënderbej